Quante lettiere per due gatti? La risposta secondo gli Esperti

Lettiere per gatti

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • Quante lettiere per due gatti? La risposta secondo gli Esperti

Quante lettiere per due gatti? Quante invece per un gatto solo?

Se in casa hai uno o più di un gatto e ti stai chiedendo quante lettiere servono per rendere confortevole la convivenza degli animali, la risposta breve è almeno una lettiera per gatto più una di riserva.

È infatti sconsigliato che due gatti utilizzino una sola cassettina. Questo perché ciò potrebbe portarli a sviluppare problemi comportamentali e di salute. Il motivo? la lettiera si sporca molto più velocemente. Proliferano i batteri, e questo facilità la possibilità che i gatti si ammalino.

Comunque se vuoi una risposta molto più precisa e dei consigli su quale lettiera scegliere, continua pure a leggere l’articolo.

Quante lettiere per un gatto

quante lettiere per un gatto

I gatti sono animali molto puliti e già a 3-4 settimane imparano autonomamente a utilizzare la lettiera: l’istinto li porta a cercare terra o sabbia in cui nascondere i loro bisogni, per coprirne l’odore a eventuali predatori e difendere il proprio territorio. 

La lettiera deve essere collocata in un luogo tranquillo della casa, non di passaggio e lontano da cibo e acqua.

Per evitare che il gatto sporchi altrove e smetta di usare la sua cassettina, bisogna rimuovere le deiezioni almeno due volte al giorno e lavare la lettiera quando necessario, senza utilizzare detergenti profumati o aggressivi. 

Dopo aver scelto il luogo più adatto per posizionare la cassettina pulita, è arrivato il momento di riempirla con la sabbietta: il gatto deve avere a disposizione uno strato sufficiente per scavare e coprire i suoi bisogni. Esistono in commercio diverse tipologie di sabbiette:

  • sabbie agglomeranti. Questo tipo di lettiera per gatti è costituito da una sorta di ghiaia, a grana più o meno grossa, che ha la caratteristica di formare agglomerati compatti dopo l’utilizzo. Sarà così molto semplice rimuovere le deiezioni senza rischiare di buttare via anche la sabbia ancora pulita. Se sei interessato a questo tipo di prodotto, qui trovi una sabbia agglomerante 100% naturale a base di tutolo di mais.
  • sabbie in silicio, composte da cristalli di silicio. Sono caratterizzate da una grana grossa e di colore bianco/trasparente, non agglomerante. In questo caso, occorre quindi rimuovere con la palettina le deiezioni solide e le parti di sabbia eccessivamente sporche. Il vantaggio delle lettiere in silicio è il loro grande potere assorbente e la capacità di coprire gli odori, ma purtroppo secondo molti veterinari e esperti, questo tipo di sabbia non è salutare per il micio.

Tendenzialmente, se il gatto in casa è uno, una sola lettiera può bastare, a patto che sia delle dimensioni adeguate e che venga pulita con frequenza.

Questo consiglio è valido se vivi in una casa medio piccola, se invece gli spazi sono molto grandi, consiglio di acquistare una seconda toilette per gatti.

Quante lettiere per due gatti o più

quale lettiere scegliere per uno o due gatti

Se i gatti in casa, invece, diventano più di uno è importante fermarsi un attimo a riflettere sul numero di lettiere necessarie per rendere pacifica la convivenza tra felini e permettere a ogni animale di avere i giusti spazi a disposizione

Sappiamo che i gatti sono degli animali fortemente territoriali, che apprezzano la solitudine e non amano condividere la stessa lettiera: per questo motivo è fortemente sconsigliato tenerne in casa una sola se i gatti sono due o addirittura di più.

A ciò si aggiunge un fattore meramente pratico: due gatti sporcano parecchie volte al giorno e avere un’unica lettiera significherebbe dover rimuovere costantemente le loro deiezioni per mantenerla pulita.

Se si è via per qualche ora è quindi possibile che i gatti, trovando la lettiera sporca, facciano i bisogni altrove. Occorre quindi posizionare in casa più di una cassettina, in modo che i gatti possano scegliere dove sporcare e si possa garantire loro adeguati spazi anche per l’area “toilette”. 

Ma è sufficiente una lettiera per gatto o ne servono di più? Per rispondere a questo interrogativo, prenderemo in esame diverse teorie elaborate dai comportamentalisti felini: continua la lettura e cerchiamo di capire insieme qual è la soluzione migliore per il benessere dei nostri animali.

La regola 1:1

Secondo alcuni veterinari esperti in psicologia e comportamento felino, avere un numero di lettiere pari al numero di gatti sarebbero sufficiente per garantire il benessere degli animali in casa.

Le lettiere andranno collocate preferibilmente in stanze separate e sarà il singolo gatto a decidere se utilizzare sempre la stessa o cambiarla di volta in volta.

Ogni gatto avrà per sé uno spazio a disposizione e lo sporco non si accumulerà velocemente come se gli animali usassero un’unica lettiera.

La regola del più uno

Questa è forse la teoria più accreditata per quanto riguarda il numero di lettiere, ovvero sistemare in casa tante lettiere quanti sono i gatti più una.

In questo modo saremo sicuri che ogni gatto avrà sufficiente spazio personale per i bisogni e un suo territorio da marcare e in cui sentirsi al sicuro, senza avvertire gli odori del compagno di casa. 

Inoltre, mettendo a disposizione tante lettiere, le operazioni di pulizia diventano più semplici: sarà sufficiente controllare una o due volte al giorno le cassette per rimuovere gli escrementi, che non tenderanno ad accumularsi in un’unica lettiera (che necessiterebbe di essere pulita con molta più frequenza). 

Rispettare la regola del più uno può iniziare a diventare complesso nel caso in cui i gatti in casa siano tre o quattro, perché è difficile trovare lo spazio per posizionare tante lettiere delle dimensioni adeguate.

L’importante è sempre riuscire ad averne almeno una per gatto, per evitare problemi comportamentali (come urinare fuori dalla lettiera) o veterinari (come cistiti causate da un accumulo di sporcizia).

Quale lettiera scegliere?

quante lettiere per due gatti o per un gatto

In commercio sono presenti moltissime tipologie di lettiere: da quelle più tecnologiche autopulenti a quelle classiche, aperte a cassettina.

Ecco i parametri da considerare per acquistare la lettiera più adatta ai tuoi amici a quattro zampe.

Dimensioni

Se stai accogliendo in casa un gattino molto piccolo, ti consigliamo di puntare su una lettiera con i bordi non troppo alti e senza sportello all’ingresso, per rendergli più semplice l’entrata e l’uscita.

Se invece hai dei gatti di taglia grande, sarà necessario orientarsi sulle lettiere più larghe a disposizione: tieni sempre conto che il gatto deve avere spazio a sufficienza per girarsi, muoversi e scavare.

Chiusa o aperta

Solitamente i gatti apprezzano avere sempre tutto sotto controllo: per questo le lettiere aperte sono spesso preferite. Con questi modelli, per i proprietari diventa poi più semplice accorgersi quando la sabbia è da pulire.

Tuttavia ogni gatto ha le sue preferenze: se dobbiamo tenere in casa più di una lettiera, potremo scegliere di comprarne anche una coperta e osservare qual è la più apprezzata dagli animali.

Forma

Prima dell’acquisto, è bene controllare che le pareti della lettiera siano sufficientemente alte per vitare schizzi di urina al di fuori e che l’ingresso risulti comodo da utilizzare per l’animale.

Facile da pulire

Infine, è importante verificare che gli angoli della lettiera non presentino scalini o bordi in cui la sabbia possa incastrarsi, rendendo difficoltose le operazioni di pulizia.

Perché la lettiera deve essere adatta al gatto e alle sue esigenze, ma pensata anche per facilitare la manutenzione da parte del proprietario.

Le 2 lettiere che ti consiglio per 2 o più gatti

quante lettiere per uno o due gatti

Siamo arrivati alla conclusione di questo articolo. A questo punto, avrai ben chiaro quante lettiere acquistare e quali sono le caratteristiche a cui prestare attenzione per portare a casa un prodotto adatto per i tuoi mici.

C’è però ancora una scelta da fare: lettiera aperta o lettiera chiusa?

Come abbiamo detto, le lettiere aperte sono in genere più salutari per il gatto, soprattutto se è asmatico o presenta problemi respiratori. Questa tipologia di lettiera, infatti, impedisce la concentrazione delle polveri che inevitabilmente si sollevano quando l’animale scava per coprire i suoi bisogni.

Un’ottima lettiera aperta dovrebbe comunque avere pareti laterali sufficientemente alte, per evitare che la sabbia e la sporcizia fuoriescano: Questa è un’ottima lettiera aperta per gatti.

Le lettiere chiuse sono invece dotate anche di un tettuccio e impediscono qualunque fuoriuscita accidentale di escrementi o granelli di sabbia. Se il gatto è sano non ci sono problemi ad usarle, se le preferisce.

Qui puoi acquistare un modello di lettiera chiusa con sistema di filtraggio al carbone attivo, un ulteriore alleato per combattere i cattivi odori.

Ora hai tutte le informazioni che ti servono per capire quante lettiere hai bisogno di installare in casa e quali sono i modelli più compatibili con le esigenze dei tuoi gatti. Facci sapere cosa ne pensi e se hai ulteriori domande, scrivile nei commenti.


Altri articoli che potrebbero interessarti...

Hai domande? Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Ilmeglioperglianimali.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap